aspettative-imprese—header
immagine-senior-header
silver-value
2017-09-12-generazioni-a-confronto—banner-header_2
Differenze di genere

Vecchio / Vecchia

Cerco le parole vecchio / vecchia nel “mio” dizionario, in uno di quelli più diffusi*.

Del primo termine, che sul dizionario occupa un’intera colonna, riporterò solo alcune parti; del secondo, che occupa solo alcune righe, il testo integrale.

“Vecchio” (sostantivo maschile): “Persona vecchia…. Gli antichi, i predecessori, gli Al crepuscolo Marc Chagallantenati…. Ciò che è triste, vieto, disusato”.

Frasi idiomatiche: “i vecchi e i giovani”… la sapienza, la prudenza dei vecchi; l’ospizio dei vecchi; un vecchio cadente, decrepito” “I nostri vecchi avevano ragione; i vecchi lo dicevano” .

Vecchio” (aggettivo): aggettivo di persona che ha molti anni di vita, che è nel periodo della vecchiaia … Più anziano, nato prima quando si vogliono distinguere due personaggi dello stesso nome… cauto, prudente, esperto”.

Accrescitivi/diminutivi: “vecchiaccio” (pegg.), vecchiuolo, vecchierello, vecchietto, vecchino, vecchiuzzo (dim.), vecchione (accr.)”.

Riporto ora, integralmente, le definizioni e le frasi idiomatiche corrispondenti al termine “vecchia”.

“Vecchia” (sostantivo femminile): “Donna molto avanzata in età”: una vecchia brutta e grinzosa; per antonomasia la Befana; vecchia carampana; sett. Meretrice, popolana vecchia, brutta e sfatta”.

“vecchia” (aggettivo): “vecchiaccia” (pegg.).

Per la parola “vecchio”, la definizione è quindi molto ‘oggettiva’ e, almeno in alcune frasi idiomatiche citate, l’anziano è connotato in modo positivo. Tra gli accrescitivi/diminutivi, ve ne sono alcuni a carattere spregiativo, ma ve ne sono anche altri, a carattere vezzeggiativo.

Per la parola “vecchia”, invece, le frasi idiomatiche rimandano solo all’aspetto estetico e il termine ha una valenza solo negativa, così come negativo è l’unico accrescitivo riportato.

La differenziazione tra uomini e donne rispetto all’invecchiamento riguarda la stessa speranza di vita, le condizioni di salute, quelle familiari e quelle economiche, ma, penso debba essere letta anche a partire da queste definizioni, in quanto ad esse, presumibilmente, sottendono immagini socialmente accettate e condivise.

*Il dizionario è il “Vocabolario della lingua italiana”, a cura di M.Dogliotti e L.Rosiello, XI edizione, Zingarelli, Bologna, 1984.

In foto: dipinto di Marc Chagall

Commenta