banner-header
Le Vostre Storie

Il dubbio che sia troppo tardi

La storia di: Mauro

Separato nel 2004, qualche anno di “stasi” emotiva per riprendere il controllo di me stesso. Poi nel 2008 conosco una persona della quale mi innamoro e lei, sembrava, altrettanto. Siamo lontani ma non molto, circa 50 Km, e per una serie di motivi ci vediamo un paio di volte la settimana autumn-in-vermont-david-lloyd-glover%5B1%5De un weekend ogni due, abbiamo anche progetti futuri insieme. Un paio di mesi fa vengo improvvisamente abbandonato dalla sera alla mattina. Tralascio volutamente i dettagli che non interessano a nessuno. Ok, a parte lo sconforto dettato dalla situazione, improvvisamente mi rendo anche conto che ho 56 anni e non c’è giorno che mi chieda, vista l’età, se mai riuscirò a ricostruire un sentimento condiviso, visto che non è così semplice, o almeno non lo è stato per me. Qualche consiglio ? Qualche vicenda positiva che riesca a togliermi dalla testa che il tempo per i sentimenti, per me, è scaduto ? Grazie a tutti.

2 Commenti

  • Caro Mauro, intanto grazie per la speranza che mi dai visto che io in stasi emotiva mi sono incriccata. Poi io credo che tutto dipenda da come ti poni rispetto a possibili altri amori. Mi pare di capire che la Storia della vita sei riuscito ad elaborarla e quindi sei aperto a condividere te stesso con un nuovo amore. Questa é la chiave, credo. Riuscire a con dividere la tua vita, farci entrare qualcuno. Per cui non é scaduto niente, hai solo 56 anni! E avrai sicuramente altri incontri e altre emozioni da vivere. Un abbraccio. Cristina

    • Il tempo secondo me non scade..finchè dentro resta accesa la speranza, il sogno e anche l’illusione. Sono il carburante che ci consente di progettare, amare , costruire …la sola razionalità e concretezza non bastano… Quindi Mauro finchè ti poni queste domande vuol dire che dentro di te qualcosa arde ancora…non lasciare che si spenga.

      Anna.

Commenta