aspettative-imprese—header
immagine-senior-header
silver-value
2017-09-12-generazioni-a-confronto—banner-header_2
Le Vostre Storie

Passioni e lavoro

La storia di: Vanni

Che dire….ho 63 anni e dopo 42 anni di supermercato da titolare vado in pensione e mi metto alla prova in un settore che mi ha sempre attirato: il cantiere. Quattro mesi come magazziniere in Ucraina (acciaieria), 5 mesi da magazziniere in Arabia Saudita (acciaieria) e poi nulla a parte la wild-geese-278992_640passione per la cura del verde e la passione di sempre che mi fa lavorare saltuariamente con la manutenzione di motoseghe, decespugliatori, soffiatori e tutto quello che riguarda il settore.
Ma, come ha scritto nella sua storia anche Carlo, “il fatto di essere fuori dal mondo produttivo mi fa vivere malissimo e le giornate sono interminabili….”. Essere fuori dal mondo produttivo ed avere ancora fisico e testa da vendere ti dà una malinconia fuori dal comune specialmente quando vedi tua moglie fare colazione in piedi perché deve partire presto per andare a lavorare. Partirei di nuovo a lavorare domani mattina e porterei mia moglie con me. Di ritornare in Italia, sinceramente, non me ne frega proprio nulla.

1 Commento

  • Caro Vanni, comprendo la tua tristezza, perché ti senti ancora prestante e carico di esperienza. Anche io mi sono sentita così, i primi tempi della pensione, ma ho capito che il tempo del lavoro è finito. Saper riprendere in mano la propria vita oltre il lavoro è doveroso. La vita non è solo lavoro, anche se per 40 anni o più è stato così…. C’è il tempo Libero dal lavoro che bisogna imparare a curare e lì incanalare tutte le proprie energie. Bisogna conoscersi, scoprire i propri talenti, le proprie passioni….Da tanto tempo sostengo che chi va in pensione dovrebbe essere accompagnato psicologicamente……. Auguri, comunque!

Commenta