aspettative-imprese—header
immagine-senior-header
silver-value
2017-09-12-generazioni-a-confronto—banner-header_2
Le Vostre Storie

Rimettersi in gioco

Le storie di Lina e di Ezio

Senior che si rimettono in gioco…

in mare aperto

in mare aperto

Scrive Lina: “Sono una insegnante di scuola dell’infanzia che per tanti anni ha tenuto nel cassetto un sogno: laurearsi. Il mio diploma è triennale e non mi permetteva di accedere all’università. 5 anni fa mi son iscritta alla scuola alberghiera serale e quest’anno ho dato l’esame di maturità (88/100, non male considerato che lavoro), ora sto per iscrivermi ad una facoltà di psicologia online. Riuscirò nel mio intento? Un po’ mi vergogno, dare gli esami insieme a ventenni… e se decido di fare il tirocinio? Chi mi prende??? Ma facciamo una cosa alla volta. Ora devo solo decidere quale università fa per me e in Sardegna non è che si abbia molta scelta. Qualcuno vuole unirsi?”

——————————————————————
Scrive Ezio: “Ho passato più di trent’anni della mia vita andando in giro per l’Italia a vendere prodotti chimici. Centinaia di migliaia di chilometri in auto, non grandi soddisfazioni, ma vendere, stare a contatto con la gente e la libertà di movimento mi sono sempre piaciuti, e poi questo sapevo fare, non altro.
Poi, un giorno di qualche anno fa, mi è successo un brutto incidente mentre viaggiavo in autostrada. Se sono ancora qui a raccontarlo è un vero miracolo, ho rischiato davvero di morire. Grazie al cielo sono riusciti a salvarmi e poi ho avuto un anno di riabilitazione, ospedali, cure, medici. Adesso cammino molto male, ma mi sento fuori dal tunnel. Ho trovato degli amici che mi hanno dato un’opportunità: vieni da noi, mi hanno detto, ci serve qualcuno che sappia parlare con i clienti quando hanno dei reclami o dei problemi, é una cosa che puoi fare al telefono e al computer. Così mi sono deciso a ricominciare, a 60 anni suonati: non mi va di stare a piangermi addosso e nel nuovo lavoro dovrei fare le cose che so fare meglio. Grazie agli amici che mi danno questa opportunità!”

Commenta