banner-header
Letti e visti

Fino a cent’anni

fino-a-centanniPrevenire, vivere e invecchiare al meglio.

Filippo Ongaro – medico, giornalista e divulgatore scientifico – da anni è impegnato a far conoscere la medicina antiaging e a spiegare come questa disciplina può aiutarci a vivere più a lungo e in buona salute.

A differenza della geriatria, che cura l’anziano ammalato, la medicina antiaging mira a rallentare i processi dell’invecchiamento e a migliorare la qualità della vita: grazie alla prevenzione, ma soprattutto alla ricerca dell’equilibrio tra il corpo e la mente.

L’interesse di Ongaro per la medicina antiaging nasce dalla sua esperienza di “medico degli astronauti”, maturata lavorando in qualità di flight surgeon alla riabilitazione del primo equipaggio dell’ISS, la Stazione Spaziale Internazionale. Questa esperienza si è coniugata con la sua passione per l’attività fisica e per la ricerca di tutto ciò che promuove il benessere psicofisico.

Gli astronauti, nel periodo di permanenza nella stazione spaziale, subiscono un processo di invecchiamento molto più rapido rispetto alla vita sulla terra, pertanto lo studio del loro organismo, durante le missioni e dopo il rientro a terra, consente di acquisire informazioni e adottare soluzioni applicabili anche alla prevenzione dei danni dell’invecchiamento della popolazione.

Non è solo allo spazio che guarda la medicina antiaging per scoprire come migliorare la qualità della vita delle persone e farle vivere più a lungo.

Anche l’osservazione di popolazioni che contano un numero elevato di persone longeve può insegnare molto. Ad esempio, in alcune aree della Costarica, nella nostra Barbagia e nelle Isole di Okinawa vivono numerosi ultracentenari che presentano caratteristiche comportamentali e psicologiche del tutto sovrapponibili, pur vivendo in paesi e culture diversi.

Sulla base di tali caratteristiche, Ongaro ha individuato stili di vita comuni. Le persone longeve:

  • Mangiano poco
  • Consumano molte verdure e le proteine che assumono sono magre e provengono da allevamenti naturali
  • Fanno movimento
  • Hanno il senso della spiritualità
  • Percepiscono l’appartenenza alla Comunità in cui vivono.
  • Attribuiscono significato alla vita e lo trovano nella propria esistenza: hanno una ragione per svegliarsi la mattina.

In conclusione, Ongaro non propone ricette precostituite per vivere fino a cent’anni, né sarebbe auspicabile raggiungere tale traguardo se non si riuscisse a dare un senso agli anni in più. Piuttosto, occorre ripensare i nostri stili di vita, perché: “La salute non è questione di un broccolo in più o in meno, ma di come gestiamo la nostra esistenza nel suo complesso.”.

La medicina antiaging si pone dunque come una disciplina dall’ampio respiro, che abbraccia sia gli aspetti biologici – alimentazione e attività fisica – sia quelli spirituali ed esistenziali, tornando a considerare l’uomo come una unità psicosomatica, aspetto che troppo spesso la medicina moderna tende a trascurare.

Per saperne di più sulla medicina antiaging si può visitare il sito di Filippo Ongaro.

Filippo Ongaro

Fino a cent’anni. Prevenire, vivere e invecchiare al meglio

Ponte alle Grazie, 2016

Commenta