banner-header
Le Vostre Storie

La continuità

La storia di: Ivan

Il tecnigrafo, il CAD, il computer: la continuità.

Proseguono le storie dei senior che hanno partecipato ai corsi di alfabetizzazione digitale nei net garage di Modena. Ivan ha partecipato a uno di questi corsi e ha schermata-2016-11-07-a-10-42-42raccontato la sua storia nel book “Un computer: Anche per noi!”, curato dal Comitato Anziani e Orti Sant’Agnese e San Damaso di Modena. Osservatorio Senior ringrazia il protagonista e il Comitato per l’autorizzazione a riprodurre questa testimonianza.

Ho 65 anni sono nato a Modena, che per me è il più bel posto del mondo, dove ho sempre vissuto, ho svolto come lavoro per 42 anni sempre e solo la professione di disegnatore meccanico.

Inizialmente con l’uso del tecnigrafo, fino a circa 20 anni fa, quando sono arrivati sul mercato i computer CAD con programmi specifici per il disegno meccanico. Dapprima c’è stata un po’ di diffidenza verso questi nuovi strumenti, come poi c’è sempre verso tutte le innovazioni, però superato questo periodo tutti hanno constatato le enormi potenzialità migliorative di questi strumenti.

A scuola, dopo l’avviamento (Scuola di avviamento professionale, così si chiamava) mia mamma mi iscrisse all’istituto Fermo Corni professionale, corso disegnatori meccanici. Ora dopo molti anni devo dire che aveva scelto in prospettiva un’attività che si integrava con le mie qualità e aspirazioni, probabilmente aveva constatato che anche durante l’avviamento mi piaceva molto il disegno geometrico che in quella scuola era una materia significativa. Disegnare per me è sempre stato una attività molto spontanea e gradevole che mi affaticava pochissimo al punto tale che nel mio periodo lavorativo avevo anche un ufficio tecnico domestico serale perché, essendo nel mio lavoro dotato credo di una discreta creatività e fantasia, ho sempre cercato di interessarmi capire e disegnare cose meccaniche di tutti i generi.

Avendo cominciato a lavorare a 17 anni a 57 avevo maturato i requisiti in anni sia contributivi che anagrafici per accedere alla pensione come ho fatto. Però vista la grande passione che ho per la meccanica (visito da sempre un numero notevole di esposizioni o fiere anche non solo meccaniche) ho continuato per alcuni anni a fare il consulente, esperienza bellissima perché lavoravo con persone molto più giovani di me, fatto che contribuisce notevolmente a rimanere attivi e al passo coi tempi.

cad-img_2658

foto da CCBC – CAD computer aided design

Poiché sono una persona molto timida ho sempre avuto un rapporto con i professori e anche con i miei compagni di sudditanza; spesso ero quasi terrorizzato quando mi dovevano interrogare, però nonostante questo, il profitto scolastico è sempre stato discreto. Chi fa dei disegni meccanici deve essere oggettivamente interessato alla conoscenza e apprendimento delle nuove tecnologie di tutti i campi per svolgere con buon profitto il suo lavoro; io ho usato dal 1993 il CAD che mi consentiva l’uso della e-mail con allegati PDF e anche di andare a consultare internet. Ora ho un note book di cui faccio un uso discretamente continuativo servendomi di google, gmail, facebook, twitter ecc.

Sono venuto a conoscenza del net garage nel mio quartiere attraverso la stampa locale e, avendo del tempo libero, soprattutto per restare al passo con i tempi e mantenere le conoscenze che avevo acquisito, ho deciso di aderire a questa iniziativa anche perché in precedenza avevo frequentato 2 corsi al civibox. La frequentazione del net garage ha arricchito notevolmente le mie conoscenze che cerco di trasmettere ad altre persone che sono all’inizio di questo percorso, ovviamente nel limite delle mie capacità, perché ormai si constata che anche le persone di una certa età debbono fare il possibile per non rimanere escluse da queste nuove forme di comunicazione.

Io penso che l’uso del computer con i relativi social network crea un rapporto diverso, ma che complessivamente avvicina notevolmente e favorisce il rapporto fra le persone che nel corso dei secoli hanno sempre cercato di comunicare perché è indispensabile per l’esistenza. E’ difficile usare un metodo uguale per tutti perché i net garage sono frequentati da persone di formazione, interessi e cultura molto diversi, però tutti cercano a loro modo di migliorare la conoscenza del computer per interagire con tutti gli enti possibili, pubblica amministrazione, comprare biglietti di cinema, treni, aerei, viaggi o verificare le previsioni del tempo ecc. Secondo me per migliorare il livello di apprendimento delle persone sarebbe ottimale che ogni frequentante avesse a disposizione un tutor, ma è anche sufficiente uno ogni due persone che siano possibilmente più o meno allo stesso livello e che facesse molta esercitazione pratica. Ovviamente questo porta a fare nuove conoscenze e amicizie fra i partecipanti anche al di fuori del corso. Se gli impegni lo consentiranno penso di continuare anche il prossimo anno, cercando di suggerire e coinvolgere altre persone in questa esperienza assolutamente utile e formativa.

Infine esiste, almeno per me, il problema di migliorare le mie conoscenze, dato che i computer sono sempre più performanti e complessi cosi come i programmi, formazione che si dovrebbe fare attraverso dei corsi organizzati dal comune per i tutor per potere capire imparare e trasmettere ad altri le innovazioni acquisite.

Come persona non sono molto portato per i colloqui che mi hanno sempre messo in apprensione per la mia timidezza comunque faccio quello che riesco. Credo di riuscire meglio in cose operative e pratiche; nella mia esistenza fino ad ora ho speso pochissimo tempo nel fare vacanze che non mi sono mai interessate un granché, forse è tempo che inizi a dedicare più tempo a questa attività, ma non so se la mia mente ci riuscirà.

Commenta