banner-header
Le Vostre Storie

Adrenalina in circolo

La storia di: Iris

Una delle storie che ho letto in questo sito ha un titolo bellissimo, “Ho trovato la mia giusta dimensione”, in cui mi ritrovo perfettamente. Penso che ognuna di noi stia meglio quando riesce a trovare la dimensione che le è più congeniale, ma per trovarla bisogna cercarla e questo richiede sforzi, non è né semplice né immediato.
lago-montagna-neveIo penso che che non esista un modo migliore degli altri per vivere la nostra età, non c’è la ricetta che va bene per tutti, ognuno deve essere e fare quello che più risponde al proprio modo di essere, ai propri bisogni e gusti.
Io ad esempio, che di anni ne ho 66, sto bene quando sono molto impegnata.

Ho tante amiche che al contrario stanno bene quando sono libere da impegni, ma per me è il contrario. Io sto bene quando c’è qualcosa che mi fa scorrere l’adrenalina nel sangue.
Ho provato, dopo aver finito il lavoro regolamentare, a stare senza impegni ma non era la mia dimensione, non mi piaceva. Mi sono tuffata in attività che mi sembravano utili e significative e da quel momento sono stata meglio.

Mi sono iscritta ad un corso di pianoforte che è sempre stata la mia passione nascosta. Passo quotidianamente a trovare e aiutare una vicina di casa invalida che non riesce più a sbrigare le faccende da sé. Mi sono messa a disposizione della mia famiglia e aiuto un nipote di mia sorella a fare i compiti. Giro in internet alla ricerca di offerte di viaggio e appena posso vado a visitare qualche città italiana ed europea che non conosco. E da un po’ sto facendo conti perchè mi piacerebbe aprire, insieme ad un’amica, un negozio di abbigliamento vintage per noi signore mature, ma non è detto che lo faremo perchè dovremmo rischiare molti soldi.
Ecco, la mia dimensione è questa: accettare che ci sono i limiti dell’età ma usare le energie che ho per tenermi impegnata in attività che ancora mi fanno sentire viva.

Commenta