aspettative-imprese—header
immagine-senior-header
silver-value
2017-09-12-generazioni-a-confronto—banner-header_2
Letti e visti

Invecchiare in salute a casa

Invecchiare in salute e a casa, di Giovanni Del Zanna, Barbara Asprea, Bianca Petrucci, Tecniche Nuove Edizioni, 2016

Invecchiare in salute e a casa, di Giovanni Del Zanna, Barbara Asprea, Bianca Petrucci, Tecniche Nuove Edizioni, 2016

Invecchiare in salute a casa* è il frutto della riflessione di tre professionisti – Barbara Asprea dietista giornalista, Giovanni Del Zanna architetto e Bianca Maria Petrucci terapista occupazionale – che si interrogano sull’abitare in relazione al divenire della persona.

Pensando agli anni che verranno, uno dei timori più diffusi di noi Senior è non essere più in grado di vivere in autonomia nella nostra abitazione.

Per i nostri genitori il problema non si poneva: gli anziani facevano parte della famiglia, davano il loro apporto finché potevano e, quando avevano bisogno di aiuto, venivano accuditi, di solito dalle donne di casa.

Diversa è la situazione della nostra generazione: siamo spesso costretti, a malincuore, ad affidare i nostri anziani a strutture specializzate. La situazione socioeconomica è mutata, le donne lavorano e vengono meno alla funzione di caregiver che aveva caratterizzato la generazione precedente.

E quando toccherà a noi? La soluzione potrebbe venire dalla casa: una casa “viva”, che evolva assieme a noi, e, grazie a una serie di accorgimenti architettonici e tecnologici, ci aiuti a vivere in autonomia il più a lungo possibile.**

La prima parte del libro, ad opera dell’architetto Giovanni Del Zanna, illustra i requisiti della “casa longeva”, che deve adattarsi al divenire di chi la abita, assicurando nel tempo autonomia, longevità, sicurezza.

Per garantire tali caratteristiche è fondamentale il ruolo della domotica.

Si tratta di una disciplina che si occupa dell’abitare (domus) utilizzando le risorse dell’informatica.

Una casa dotata di impianti domotici è una casa sicura e confortevole da tutti i punti di vista: motorizzazione e automazione per rendere più facili azioni faticose, sicurezza della persona e rispetto alle minacce esterne, regolazione del comfort termico, solo per citare le aree di intervento più significative.

Per ciascuna di queste aree Del Zanna illustra gli strumenti adeguati che possono essere installati in casa.

Anche la casa meglio attrezzata, tuttavia, non è sufficiente a garantire una vecchiaia sana dal punto di vista sociale e psicologico. La terapista occupazionale Bianca Maria Petrucci mette in rilievo l’importanza delle attività nella vita quotidiana, utili a mantenere un adeguato standard cognitivo e affettivo e a scongiurare il pericolo dell’isolamento sociale.

Chiude la rassegna l’intervento della dietista Barbara Asprea che illustra i benefici della corretta alimentazione in relazione alle mutate esigenze dell’età.

____________________________________

Invecchiare in Salute a Casa. Dopo l’età adulta, vivere sereni, in sicurezza e con il corretto stile di vita

di Giovanni Del Zanna, Barbara Asprea, Bianca Petrucci

 Tecniche Nuove Edizioni, 2016

___________________________________

* La pubblicazione nasce sotto l’egida di Soroptimist International, un’associazione femminile composta da donne con elevata qualificazione nell’ambito lavorativo che opera, attraverso progetti, per la promozione dei diritti umani, l’avanzamento della condizione femminile e l’accettazione delle diversità. Il termine Soroptimist deriva dalle parole latine soror e optima.

**Osservatorio Senior ha già recensito un libro sull’argomento, La terza casa

Commenta