banner-header
Le Vostre Storie

Voglia di lavorare ancora

Le storie di: Lucy e Carlo

Molti sono i senior che hanno vissuto negativamente l’allungamento dell’età pensionabile e che non vedono l’ora di smettere di lavorare. Altrettanti sono quelli che vedono nel lavoro anche dopo i 60 anni una dimensione importante di vita e sperano di poter lavorare fino a tardi. Di seguito due brevi storie di senior del secondo tipo.

peintures-acryliques-abstraites-3112-06-1Lucy: Io ho quasi 60 anni e li porto davvero bene. Ho lavorato fino a poco tempo fa ma la situazione economica attuale non mi ha consentito di continuare nella mia attività che era quella di Enotecaria. Vendere vini mi piaceva molto. Avevo studiato per avere tutte le conoscenze necassarie per questo lavoro e la cosa mi aveva attratta moltissimo ma purtroppo la situazione economica non mi ha consentito d andare avanti e quindi ho chiuso l’enoteca con grande dispiacere. Ma ho ancora voglia di lavorare e sto cercando di inventarmi qualcosa… Se trovassi una compagna per fare di nuovo un lavoro non mi tirerei indietro. Non sono piu tanto giovane me la voglia e la forza non mi mancano…

LKL130575_1352997288Carlo: Classe 1951. Sono cioè tra quelli che potevano andare in pensione da qualche anno e che invece ha chiesto all’azienda di continuare a tenermi. Non mi andava l’idea di smettere. Sono un tecnico informatico, appassionato del mio lavoro. Continuo ad aggiornarmi e a studiare. Leggere e confrontarmi con i più giovani sulle innovazioni del mio settore (ce n’è una al giorno) è quello che mi dà energia e voglia tutte le mattine di affrontare una nuova giornata. I dirigenti della mia azienda e i colleghi più giovani finora hanno apprezzato la mia esperienza e la mia capacità di aggiornarmi e non hanno dato segno di volermi rottamare, anche se lo so che costo più di un ragazzo semiprecario di venticinque anni. La testa funziona ancora bene e non vorrei smettere nemmeno nei prossimi anni, non so se sarà possibile, ma lo spero tanto.

 

Commenta