Senior Living
aspettative-imprese—header
immagine-senior-header
silver-value
2017-09-12-generazioni-a-confronto—banner-header_2
Interviste Lavoro

Valore over50

Intervista a Sara Callegari, Direttore HR, HSE & GS di Engie Italia.

Con il progetto “Valore over 50” l’azienda Engie Italia* si è di recente aggiudicata il riconoscimento “LC Diversity Awards 2019” per la categoria “Active Ageing” nell’ambito dell’iniziativa, patrocinata dal Comune di Milano e in collaborazione con AIDP – Associazione Italiana Direttori del Personale, che premia le aziende che si distinguono nella valorizzazione della diversità e nella garanzia dei diritti.

Ci dice Sara Callegari, Direttore HR, HSE & GS di Engie Italia:

“Siamo orgogliosi del riconoscimento ricevuto e soprattutto della relativa motivazione attribuita: “L’azienda si è distinta per l’age diversity management. Il progetto “Valore over 50” spinge i dipendenti più senior a mettersi nuovamente in gioco, ripensare alla carriera e a mantenere alta la motivazione”

In cosa consiste il progetto ? Quali iniziative l’hanno caratterizzato ?

“Nell’ambito del progetto rientrano diverse iniziative:

  1. La partecipazione allo sviluppo del sistema Silver Value, sistema che consente di monitorare se un’organizzazione valorizza e gestisce virtuosamente i senior al lavoro.
  2. Creazione del contesto: incontri di change management, comprensione del cambiamento. Con l’obiettivo di rivedere il Focus: l’aumento dell’aspettativa di vita è positivo. Passare dal concetto di CONSERVARE a quello di DESIDERARE
  3. MID CAREER FOCUS: bilancio delle competenze e percorso di sviluppo per lavorare al mantenimento e sviluppo della propria employability
  4. CROSS GENERATIONAL MENTORING, cioè costruzione di ponti generazionali coinvolgendo coppie di senior e millenial in un confronto su alcune tematiche specifiche
  5. LOBBYING al fine di promuovere politiche sociali a supporto anziché rimettersi unicamente alle iniziative individuali e virtuose di alcune aziende”

Quali messaggi chiave avete proposto ?

“Abbiamo lavorato al fine di realizzare un cambiamento culturale, aiutando le persone a prendere consapevolezza del nuovo scenario e degli impatti che ne derivano, insistendo sulla necessità di mantenersi aggiornati e di lavorare sulla “manutenzione“ delle proprie competenze in modo da mantenerle il più possibile allineate alle nuove necessità aziendali e del mercato del lavoro in generale.

La permanenza nel mondo del lavoro è molto più lunga rispetto al passato ed è difficile pensare ad un percorso di carriera univoco, al contrario è molto probabile ci siano partenze di nuovi percorsi e carriere discontinue. Se questo è ben chiaro per le nuove generazioni che entrano nel mondo del lavoro, lo è molto meno, o comunque è difficile accettarlo per le persone over 50 appunto, che si sono viste cambiare le regole del gioco in corso d’opera.

Il mondo cambia velocemente, è necessario avere ben chiaro cosa davvero desideriamo ed investire su noi stessi per ottenerlo”.

Quali sono state le reazioni dei senior coinvolti ?

“I senior coinvolti nel progetto hanno mostrato molta diffidenza iniziale, temendo di essere ghettizzati o addirittura di perdere il proprio lavoro. Successivamente alla partecipazione alle diverse tappe del percorso la situazione è radicalmente cambiata. Il riscontro unanime è stato molto positivo, tanto che siamo già alla seconda edizione dei percorsi di mid career focus e di cross generational mentoring, e stiamo proseguendo nell’attività di lobbying e networking oltre che nel nostro impegno per la promozione del Silver Value”.

————

* “Engie, multinazionale francese presente in Italia con oltre 3400 dipendenti, sta dedicando attenzione alle proprie risorse umane più mature e, in questo ambito, ha elaborato il progetto “Valore over 50”, che prevede una serie di iniziative volte in particolare alla gestione etica di questo segmento della popolazione, all’attenzione e conservazione dell’employability dei seniors e alla creazione di ponti generazionali con i millenials e i giovani.

Il progetto nasce a seguito dell’analisi demografica realizzata a settembre 2017 dalla quale risulta che oltre 1/3 della popolazione di Engie Italia è over 50 e che, mantenendo la situazione stabile, quindi nell’ipotesi che non ci siano né nuovi ingressi né uscite, entro 5 anni oltre il 50% dei collaboratori sarà over 50.

Per contro vi sono soltanto 122 collaboratori nella fascia di età sotto i 30 anni.

Quindi, l’andamento demografico della popolazione aziendale di Engie Italia segue la tendenza nazionale: la popolazione sta invecchiando, sono molto migliorate l’aspettativa e la qualità della vita e conseguentemente anche la permanenza nel mercato del lavoro; pertanto diventava strategico per Engie occuparsi di questo segmento della popolazione”.

Commenta