Senior Living
aspettative-imprese—header
immagine-senior-header
silver-value
2017-09-12-generazioni-a-confronto—banner-header_2
Nuove tecnologie

Senior e intelligenza artificiale: un rapporto che funziona

Diciamoci la verità: essere senior oggi non è certo come esserlo stato nel XX secolo. Prima di tutto, oggi non si chiamano “anziani”, ma Silver Generation. Secondo, la tecnologia che tante volte per gli over 60 è sembrata rappresentare un ostacolo insormontabile, oggi è sempre più abilitante e orientata alle loro esigenze, contribuendo a creare un atteggiamento più propenso ad apprenderne l’utilizzo.

Prendiamo per esempio il rapporto tra intelligenza umana e intelligenza artificiale: esistono molteplici casi in cui questa interazione si è rivelata un successo anche per i senior. Tra questi ne ho selezionati tre che mi hanno particolarmente impressionato per il loro grado di innovazione.

Sognare ad occhi aperti con la realtà virtuale

Pensate cosa potrebbe significare per una persona visitare un luogo che ha sempre potuto solamente sognare. Oppure poter rivivere quei posti pieni di ricordi importanti. Nell’agosto 2017, Intel e Razões Para Acreditar, un progetto editoriale brasiliano che raccoglie storie vere positive, hanno collaborato alla realizzazione di un’esperienza virtuale che permettesse ai senior di scoprire, grazie alla realtà aumentata, luoghi che non avevano mai potuto vedere o dove non sono più potuti tornare. Le aree visitabili includevano Israele e Spagna. L’esperienza rientrava all’interno di Technology & Life, un progetto volto a migliorare la qualità della vita attraverso l’utilizzo della tecnologia. https://www.youtube.com/watch?v=3Cm-YE_bZ4s 

Un avatar digitale per capire le emozioni del paziente

A marzo, in occasione del MeMO – Merck Oncology Meeting Emotional Experience – Merck, azienda leader in ambito scientifico e tecnologico, ha presentato un nuovo metodo di didattica esperienziale: un avatar digitale che simula gli stati emotivi e fisiologici del paziente. L’obiettivo di questo strumento innovativo, sviluppato da QBGroup, è permettere al medico di approfondire la conoscenza del paziente e di comprenderne le reazioni emotive, in modo da sviluppare un rapporto terapeutico basato anche sulla comunicazione e sull’empatia.

In questo articolo LinkedIn Pulse di Antonio Messina, Amministratore Delegato di Merck Biopharma Italia, è possibile comprendere meglio il funzionamento dell’avatar e vederlo all’opera: https://www.linkedin.com/pulse/merck-per-lavanzamento-del-progresso-una-tradizione-lunga-messina/

“In patologie serie come quelle oncologiche – spiega lo stesso Messina – una corretta comunicazione medico-paziente, che tenga conto anche degli aspetti emotivi, è essenziale per costruire un rapporto di fiducia che consenta al paziente di comprendere al meglio le informazioni che gli vengono date, anche in un momento difficile come quello della diagnosi di un tumore, e di aderire al progetto terapeutico che gli viene proposto. Interagendo con un avatar digitale che simula emozioni e reazioni, il medico può mettersi alla prova in un ambiente protetto e affinare le sue abilità comunicative, con effetti positivi per sé stesso e per i suoi pazienti”.

Un’app senior friendly per rimanere sempre connessi

Nel gennaio 2018, strizzando l’occhio ai suoi 30 milioni di utenti over 50, Alibaba ha lanciato in Cina una versione dedicata al target senior dell’e-commerce Taobao. L’app includeva alcune funzioni specifiche che la rendevano più intuitiva e smart, semplificando la navigazione e il processo di acquisto. “Vogliamo che Taobao diventi il mezzo che permetta ai senior di rafforzare le relazioni con le generazioni più junior.” ha dichiarato Ding Jian, responsabile sviluppo del canale.

Quello della Silver Generation è un bacino pieno di opportunità per l’innovazione tecnologica. L’intelligenza artificiale si è spesso dimostrata un grande strumento per il benessere dei senior, donando loro importanti benefici sia fisici che emotivi, la possibilità di vivere nuove esperienze e un maggior senso di vicinanza alle nuove generazioni.

Ci sono altri casi virtuosi che vi hanno colpito? Segnalateli nei commenti.

Commenta