Senior Living
aspettative-imprese—header
immagine-senior-header
silver-value
2017-09-12-generazioni-a-confronto—banner-header_2
Letti e visti

Le verità

Il film racconta la resa dei conti tra una madre e una figlia che non si sono viste per molti anni. Fabienne, la madre, è un’attrice senior interpretata da Catherine Deneuve mentre la figlia, Lumir, è una sceneggiatrice interpretata da Juliette Binoche. Fabienne ha anche scritto un libro autobiografico in cui Lumir non si riconosce e, film nel film, interpreta se stessa in una pellicola autobiografica.

Il rapporto tra le due donne è mediato dalla nipotina, la simpaticissima e brillante Charlotte. Lei è affascinata dalla storia che la nonna possa trasformare le persone in animali come una novella Armide. Ovviamente la narrazione delle due donne diverge, da cui il titolo “Le verità”. Certo la situazione di una madre attrice non è comune. Però le recriminazioni tra le due, che si stemperano nel finale, sono in parte comuni, in parte un po’ stereotipate.

Naturalmente l’interesse del film sta soprattutto nella interpretazione di due attrici che sono delle icone del cinema. Il personaggio di Fabienne non risulta molto convincente. Forse perché il regista ne fa un personaggio stereotipato e un po’ datato: lei è capricciosa, leopardata, fumatrice e bevitrice. Peccato che le vere attrici senior siano tutte animaliste e impegnate nel sociale.  “Perché non hanno più un ruolo”, commenta sarcastica Fabienne. Fatto sta che la recitazione della Deneuve appare appannata.  Forse un attore dovrebbe sempre rappresentare “altro” e non un personaggio troppo legato alla propria autobiografia. La Deneuve è ancora bellissima e tiene la scena. Per cui è difficile spiegare come mai la sua recitazione possa apparire sottotono.

Al contrario il personaggio di Lumir è assai convincente. La Binoche è perfetta nel ruolo di una figlia a tratti aggressiva a tratti tenera. I cinquant’anni le hanno donato una maggiore capacità espressiva.

Il regista nipponico gira tutto il film in interni. E’una pellicola di dialoghi e si percepisce la mancanza di una trama musicale.  La musica esplode in una bella scena di ballo dove gli attori si divertono molto e dove il film ha un guizzo di vitalità inaspettata. La pellicola è godibile anche se la trama è appesantita dai molti livelli in cui si svolge il racconto.

Da vedere soprattutto per la recitazione delle protagoniste ma anche degli attori secondari tra cui è notevole la ragazzina che interpreta Charlotte.

Le verità, di Kore’eda Hirokazu con Catherine Deneuve, Juliette Binoche, Ethan Hawke, Clémentine Grenier, Manon Clavel.

per vedere il trailer clicca qui

Commenta