SLIDER-TECHNOLOGY-AND-AGEING
SLIDER-PANDEMIA-FUTURO-SENIOR
Senior Living
HEADER-GENERAZIONI-AZIENDA
2017-09-12-generazioni-a-confronto—banner-header_2
Letti e visti

Broadchurch

serie Netflix di Chris Chibnall con David Tennant, Olivia Colman e con Charlotte Rampling dalla seconda stagione.

Tra le tante serie magari formalmente ben fatte ma troppo intricate o troppo sanguinarie spicca la serie britannica Broadchurch non a caso di fattura europea, una serie priva di eccessi e molto garbata.

La scogliera a West Bay che fa da sfondo alla serie

Broadchurch è una piccola comunità dove tutti si conoscono. E’ un luogo apparentemente molto tranquillo. Eppure, là viene trovato morto un ragazzino, Danny, e chiunque può essere colpevole, perfino il suo amichetto.  Alec (David Tennant) e Allie (Olivia Colman) ricostruiscono le ultime ore della vittima. In questa serie investigativa i due agenti indagano, intervistano tutti, raccolgono tanti indizi divergenti, fanno ipotesi. Potrebbe apparire un plot alla Agatha Christie ma la sceneggiatura è assai più sofisticata. Sulle spalle di Alec grava un caso di stupro non risolto.

I due agenti sono anche partner e interessante è il modo in cui riescono a lavorare insieme senza che il loro rapporto interferisca nella ricerca del colpevole. Il loro è un rapporto molto realistico e senza sbavature romantiche. Insomma, siamo lontani dalla banalità di una love story hollywoodiana. Oltre all’ottima sceneggiatura va detto che i due interpreti David Tennant e Olivia Colman sono eccellenti e danno corpo a due personaggi memorabili.

Nella seconda stagione si celebra il processo al possibile colpevole e qui appare una smagliante Charlotte Rampling. Lei è un’avvocatessa in pensione che si fa coinvolgere in un caso che la appassiona. Rimarchevoli sono le arringhe tra la Rampling e un’avvocatessa di colore. Davvero una serie volta al femminile anche perché tra i due detective è Allie la più perspicace.  Il giallo si risolverà solo nella terza stagione.

Tra i protagonisti assoluti della serie c’è una location molto particolare trovata nel sud della Gran Bretagna. Si tratta di una piccola spiaggia deserta, circondata da scogliere a picco, che emoziona per la bellezza e inquieta perché è il luogo dove viene ritrovato il cadavere. La fotografia eccellente fa da sfondo a una serie godibile.

Da vedere per l’interpretazione della Rampling, memorabile attrice di “Portiere di notte” sempre credibile e piena di fascino.  Davvero le attrici senior sono spesso altrettanto brave delle loro colleghe più giovani. E un plauso ai registi che trovano loro ruoli interessanti. Qui Charlotte Rampling non interpreta la solita nonna ma è una professionista di successo.

Foto di KennethCW da Pixabay

Commenta