Senior Living
aspettative-imprese—header
immagine-senior-header
silver-value
2017-09-12-generazioni-a-confronto—banner-header_2
Argomenti Il punto

Un anno vissuto intensamente

Così è stato il 2017 per Osservatorio Senior.

Un anno vissuto intensamente nel rilevare e raccontare cosa accade nel pianeta senior, nel dare voce alle testimonianza di chi vuole confrontarsi con i propri coetanei, nel dare vita a progetti che aiutino a valorizzare le tante risorse che i senior possono ancora mettere in gioco, nel fornire suggerimenti utili per vivere al meglio questa stagione della vita.

La materia prima non manca per chi si occupa del mondo senior.

Un mondo – quello che si vive tra gli anni della piena maturità e gli anni in cui si è davvero anziani con rischi di non autosufficienza – che fino a pochi anni fa era pressoché inesistente e del tutto sconosciuto e che ora è posto al centro dell’attenzione mediatica e degli studiosi.

Per forza: siamo sempre di più, in Italia, in Europa, nel mondo.

Siamo sempre di più, noi baby boomers, in un contesto di crescente longevità e, almeno in Italia, a fronte di una natalità in sofferenza.

Siamo sempre più a lungo attivi – nel lavoro, in famiglia, nelle reti sociali, nel volontariato, nei viaggi – sorprendendo piacevolmente con il nostro attivismo sia noi stessi sia le altre generazioni.

Se è vero che assorbiamo per le pensioni e per la sanità una quota crescente, e probabilmente eccessiva per la sostenibilità futura, delle risorse pubbliche, è anche vero che il tempo, i risparmi e le energie dei sessanteni e dei settantenni oggi sono sempre più cruciali per consentire a moltissime famiglie di mantenere un buon tenore di vita. Fatto sta che economia e società sono sempre più condizionate da patrimonio, salute, consumi e motivazioni dei senior.

Non è un caso che le imprese, dopo qualche anno di scetticismo sulla portata del fenomeno, in molte hanno smesso di avere un approccio giovanilistico nel rapportarsi al mercato e guardano invece in modo sempre più attento alla clientela senior. Ne è una testimonianza l’indagine, condotta pochi mesi fa da Osservatorio Senior in collaborazione con il progetto “Dai un senso al profitto” del’Università Bocconi, dal titolo “L’immagine dei Senior tra prodotti e pubblicità”, centrata sulla rappresentazione dei Senior nella comunicazione esterna delle imprese.

Il pianeta senior continua a godere di grande attenzione anche se ci allontaniamo dai trend di lunga durata, dai grandi fenomeni, e ci avviciniamo alla cronaca.

La palma di argomento più gettonato dai media è, ormai da molti anni, quello delle pensioni e dell’età pensionabile. Ad ogni stormir di fronda (basta la dichiarazione in argomento di un politico, anche delle retrovie) il tema viene riproposto con abbondanza di pagine dei quotidiani e di spazi in talk show televisivi. L’effetto fastidioso che si produce – al di là degli oggettivi cambiamenti normativi – è quello del “balletto continuo”, tale per cui i senior che la pensione ancora non la percepiscono non riescono a fare una previsione stabile e un programma affidabile riguardo alla propria vita futura.

Ma anche altre notizie di cronaca, sia pur meno gettonate, balzano agli occhi: ad esempio, un numero crescente di delitti coinvolgono senior non solo come vittime, ma anche come criminali. Segno che l’invecchiamento attivo porta con sé anche qualche frutto cattivo.

Per tutte queste ragioni, sia grandi fenomeni epocali sia piccola cronaca, la materia prima non manca a chi si dedica al mondo senior, come facciamo noi di Osservatorio Senior.

In questo panorama, il bilancio 2017 di Osservatorio Senior è stato sicuramente positivo.

Sempre più numerosi ci seguite sulle pagine di questo sito, siete iscritti alla nostra newsletter e ci inviate le vostre storie, che sono il miglior testimone delle gioie e dei problemi che si sperimentano in questa fase della vita.

La rete degli esperti che scrivono articoli originali per Osservatorio Senior sui vari argomenti si è ulteriormente irrobustita e l’assidutà dei loro contributi consente di tenere vivi e aggiornati questo sito e i nostri social.

Ma nel corso dell’anno che sta per chiudersi è stata intensa anche l’attività di ricerca e progettuale. Oltre al già citato lavoro sulla rappresentazione dei senior nella comunicazione esterna delle imprese, abbiamo voluto accendere un faro anche sul lavoro degli over55 nelle organizzazioni. Sia con una ricerca sulle aspettative che le imprese nutrono nei confronti di questi lavoratori, sia con un progetto – Silver Value – che ha creato una rete di aziende con le quali è stato sviluppato un metodo per monitorare se i lavoratori over55 sono valorizzati e gestiti virtuosamente.

Aperti ai suggerimenti che vorrete darci per migliorare e per avviare nuiovi progetti nel 2018, insieme al team di Osservatorio Senior vi porgo i migliori auguri di Buon Natale e di Buone Feste !

1 Commento

  • Sono contenta – e vi ringrazio – di aver trovato in rete questo spazio di conoscenza, di dibattito e di scambio di esperienze.
    Nonostante una patologia grave come un carcinoma polmonare, grazie alle terapie innovative (immunologiche) che almeno per me stanno funzionando, mi preparo con il nuovo anno al sesto giro di boa dalla diagnosi, ho riscoperto passioni “in sonno” come l’amore per i colori e per la pittura con acquerelli, non mi manca la curiosità verso le innovazioni e il mondo che cambia, la lettura di buoni libri giornali e blog mi arricchisce di nuovi punti di vista, ho ripreso a partecipare a momenti di socializzazione con un gruppo di musicoterapia (attivato presso l’Istituto oncologico in cui sono in cura) e sono impegnata in un’associazione che promuove la cittadinanza attiva.
    In definitiva,a 69 anni, mi piace constatare che anche la stessa malattia sia diventata per me una buona occasione da cogliere per avere una consapevolezza maggiore del valore degli “Istanti”, nello spirito dei bei versi di Borges. Mi sento grata alla vita – come canta Violeta Parra – che mi ha dato tanto…
    Buon anno a tutti noi!
    Maria Cristina Rinaldi

Commenta