SLIDER-TECHNOLOGY-AND-AGEING
SLIDER-PANDEMIA-FUTURO-SENIOR
Senior Living
HEADER-GENERAZIONI-AZIENDA
2017-09-12-generazioni-a-confronto—banner-header_2
SLIDER-CAROUSEL-AGE-MANAGEMENT
Le Vostre Storie

Tra due mesi ho sessant’anni

La storia di: Lucia

Non sono sposata , non ho figli , non ho fratelli o sorelle quindi non ho neanche nipoti, vivo sola con il mio cane . Per fortuna sono molto impegnata nel lavoro e ancora spero di lavorare per almeno altri 8 anni .. poi .. non lo so… Nessuno può capire come ci si sente il sabato e la domenica quando si è soli… Ho qualche amica usciamo qualche volta la domenica però poi torno a casa e mi ritrovo sola…

Photo by David Vázquez on Unsplash

Ho incontrato 9 anni fa un uomo molto più giovane di me di 14 anni sembrava fosse una bella storia, un riscatto a tante sofferenze in amore che ho avuto quando ero giovane … ora invece si è raffreddato … mi dice che sono una depressa mentre lui se ne sta a casa sua con i suoi genitori anziani e con me passa qualche ora nei week end… mi accontento di niente è vero ma se rompo questa storia ho solo il vuoto … mi accontento di uscire a cena la sera di ogni domenica altrimenti mangerei sempre da sola insieme al mio cane.

Negli anni precedenti ho dovuto occuparmi dei miei genitori molto anziani mia madre è mancata due anni fa … Per lo stress ero ingrassata moltissimo ho preso una decisione drastica e mi sono sottoposta ad un intervento bariatrico, in un anno ho perso 40 kg ora sono quasi al peso che avevo a 20 anni (sono sempra stata obesa fin da piccola e ho fatto innumerevoli diete) … sono molto soddisfatta del mio risultato… mi piace uscire faccio qualche viaggio…

Mi manca molto l’affetto di una persona pensavo di averlo invece sento che non c’è più, con lui ho affrontato tante volte l’argomento ma come risposta mi sento dire che mi lamento per niente che sono una fortunata con un bel lavoro che non ha preoccupazioni economiche… mi sento umiliata.. avrei solo bisogno di una carezza ogni tanto..

La nostra lettrice ha chiesto di avere una risposta pubblica da una psicologa esperta del mondo senior.  Risponde Silvia Lo Vetere:

“Gentile Signora, tante sono le domande che le sua parole sfiduciate suscitano.

Una frase però mi colpisce particolarmente quando racconta della considerevole perdita di peso ottenuta: sono molto soddisfatta del mio risultato.

In effetti è stata molto in gamba, determinata e coraggiosa, regalando a se stessa il giusto orgoglio di avercela fatta. Di avere fatto per se stessa qualcosa che sentiva davvero importante, da quanto scrive, da una vita intera.

Vengo al punto: lei deve potere mettere oggi il massimo delle sue energie nell’individuare altre aree che possano restituirle questa esperienza di sé. L’esperienza in cui può sentirsi in gamba, con valore, capace di dare vita a cose che le stanno a cuore. E se non le ha subito presenti cercare di rintracciarle dentro di sé.

Non so, non conoscendola, se, come dice il suo partner, lei sia depressa.

Il suo racconto indica però che nella vita troppe poche volte sembra avere sperimentato abbastanza orgoglio, soddisfazione e senso di valore di sè.

Ha un lavoro che, mi sembra, le dia soddisfazione. Quindi è sicuramente una donna con i suoi limiti come tutti, ma certamente con risorse che penso fatichi a mettere in luce.

Vorrebbe l’amore e ha ragione: l’amore per ciascuno di noi è importantissimo.

Da solo non basta però: se non siamo abbastanza contenti e fiduciosi in noi stessi, rischiamo di mettere troppe aspettative sul legame, vedendolo come unica cosa capace di dare gratificazione e valore alla nostra vita.

A sessant’anni si possono fare, invece, ancora molte cose. Pensi a qualche piccolo sogno lasciato nel cassetto, magari fino ad ora solo abbozzato, a cui oggi dare vita.

Lì, a mio parere, deve mettere oggi le sue energie.

Allora con questo compagno o magari un altro, potrà condividere qualche gioia importante in più, ma soprattutto ritrovare slancio e prospettiva, volendosi più bene e sentendosi più capace.

A sessant’anni, oggi c’è ancora tempo, per potersi sorprendere.”

1 Commento

  • La signora che scrive e’ in cambiamento e questo vuol dire che anche la relazione cge ha lo e’ fatalmente. Nn credo che potra’ reggere a lungo. 46 e 60 sono mondi diverso aspettative diverse bisogni diversi. Segua le indicazioni della psicologa impari a rendersi felice tendo conto che qyello che andava bene ieri oghi nn basta.Coraggio la vita puo’ essere ancora molto gratificante ma con un compagno giusto.

Commenta