SLIDER-TECHNOLOGY-AND-AGEING
SLIDER-PANDEMIA-FUTURO-SENIOR
Senior Living
HEADER-GENERAZIONI-AZIENDA
2017-09-12-generazioni-a-confronto—banner-header_2
SLIDER-CAROUSEL-AGE-MANAGEMENT
Le Vostre Storie

Rimettersi in gioco

Le storie di Lina e di Ezio

Senior che si rimettono in gioco…

Scrive Lina: “Sono una insegnante di scuola dell’infanzia che per tanti anni ha tenuto nel cassetto un sogno: laurearsi. Il mio diploma è triennale e non mi permetteva di accedere all’università. 5 anni fa mi son iscritta alla scuola alberghiera serale e quest’anno ho dato l’esame di maturità (88/100, non male considerato che lavoro), ora sto per iscrivermi ad una facoltà di psicologia online. Riuscirò nel mio intento? Un po’ mi vergogno, dare gli esami insieme a ventenni… e se decido di fare il tirocinio? Chi mi prende??? Ma facciamo una cosa alla volta. Ora devo solo decidere quale università fa per me e in Sardegna non è che si abbia molta scelta. Qualcuno vuole unirsi?”

——————————————————————
Scrive Ezio: “Ho passato più di trent’anni della mia vita andando in giro per l’Italia a vendere prodotti chimici. Centinaia di migliaia di chilometri in auto, non grandi soddisfazioni, ma vendere, stare a contatto con la gente e la libertà di movimento mi sono sempre piaciuti, e poi questo sapevo fare, non altro.
Poi, un giorno di qualche anno fa, mi è successo un brutto incidente mentre viaggiavo in autostrada. Se sono ancora qui a raccontarlo è un vero miracolo, ho rischiato davvero di morire. Grazie al cielo sono riusciti a salvarmi e poi ho avuto un anno di riabilitazione, ospedali, cure, medici. Adesso cammino molto male, ma mi sento fuori dal tunnel. Ho trovato degli amici che mi hanno dato un’opportunità: vieni da noi, mi hanno detto, ci serve qualcuno che sappia parlare con i clienti quando hanno dei reclami o dei problemi, é una cosa che puoi fare al telefono e al computer. Così mi sono deciso a ricominciare, a 60 anni suonati: non mi va di stare a piangermi addosso e nel nuovo lavoro dovrei fare le cose che so fare meglio. Grazie agli amici che mi danno questa opportunità!”

2 Commenti

  • Salve, sono Crocifisso, sono nato 11-06-1945, ho svolto il mio lavoro con grande passione per 35 anni Infermiere servizio igiene pubblica sezione Vaccinazioni. alcuni anni fa , mi fu diagnosticata la DSA, tutt’ora ho problemi di disgrafia, discalculia. Ho subito da fanciullo maltrattamenti sia famigliari (paterni) e quelli a scuola 0ggi si direbbe (bullismo) da parte dei compagni di classe e dall’insegnante che quando non riuscivo a leggere ad alta voce o scrivere in un modo perfetto mi urlava (ASINO !!!!! ) e mi metteva le orecchie di cartone a forma di quelle dell’asino e mi faceva andare in giro per i corridoio dell’edificio. e dopo in castigo dietro la lavagna. Tutto questo, suscitava in me vergogna e rabbia. Rabbia che sfociava fuori dalla scuola picchiando i ragazzi che mi prendevano in giro in classe. Naturalmente, l’indomani ritornando a scuola i ragazzi che io avevo picchiato riferivano ai propri genitori l’accaduto, gli stessi venivano in classe a lamentarsi con l’insegnate. Di seguito veniva informato mio padre che non faceva altro che rimproverarmi e picchiandomi per l’accaduto. La nostra famiglia abitava in campagna, un poco distante dal centro abitato .Negli anni 60 il Governo istituì per abbattere l’analfabetismo nel Sud le scuole rurali. Così Io completai le scuole. Ho conseguito la terza media frequentando le scuole pubbliche serali. Mi sono Diplomato presso una Scuola d’Istruzione Secondaria Superiore Tecnico Commerciale, riconosciuta dal Ministero d’Istruzione. adesso vorrei tentare di prendermi una laurea triennale in scienze della comunicazione. e possibile? Grazie

Commenta