aspettative-imprese—header
immagine-senior-header
silver-value
2017-09-12-generazioni-a-confronto—banner-header_2
Le Vostre Storie

Non smetto di stupirmi

La storia di: Simone

I sessanta li ho passati da un po’, da un anno ricevo la pensione e come tanti della mia età mi ritrovo a rinventarmi il modo di vivere di tutti i giorni. Niente più routine di lavoro, con sveglia alle sei e mezzo e otto-dieci ore di ufficio, la testa sempre presa dai problemi lavorativi. Adesso mi sveglio con più calma e con più calma affronto la giornata. Bello! però avevo paura di questa condizione, paura di annoiarmi, di non sapere che fare, tanti appena smettono di lavorare si ammalano.
La paura però mi è passata presto perché mi sono dedicato a una passione che ho da sempre ma che prima non potevo assecondare: i viaggi, il conoscere il resto del mondo.
Io abito in provincia di Brescia, ma non è importante che i posti siano lontani, possono essere sia vicino sia lontano, l’importante è che possa conoscere qualcosa che prima non conoscevo, che possa scoprire montagne, fiumi, mari, persone, modi di vivere, cibo, diversi dai miei.
Per dire, mi è piaciuto sia fare un lungo viaggio lontano nel deserto del’Oman, sia un giro di quattro giorni con sacco in spalla in una delle nostri valli. Quando viaggio mi rianimo, ho tutti i sensi all’erta e non smetto di stupirmi di quello che incontro e che non avevo mai visto prima. E’ questa la mia fortuna, che non mi si è spenta la curiosità per quello che non conosco, mi è rimasto, anzi forse è aumentato, il gusto di scoprire.
Questa passione è al suo massimo quando viaggio, ma mi gratifica molto anche prima e dopo il viaggio. Mi piace informarmi, leggere, vedere documentari sui posti che visiterò. Mi piace parlare con persone che vengono da altre parti del mondo per farmi raccontare delle loro terre. Mi piace tenere un piccolo diario quando sono in giro, che rileggo al ritorno.
Spero tanto che salute e risparmi mi durino abbastanza per poter continuare a vivere così e soprattutto spero di non ammalarmi mai del cinismo di chi, alla mia età, crede di avere già visto tutto, di sapere già tutto e non si accorge che invece non sa godere di nuove emozioni.

2 Commenti

  • Quando il mio pensiero ‘si libera’ immagina proprio una vita così. Forse perché tanto diversa dalla mia attuale che, nonostante gli oversixty, continuo a lavorare. Anche se mi sono creata una dimensione ‘su misura’ per confondere vita e lavoro ambientando un B&B nella mia casa sulle colline dell’oltrepo pavese. Così, se un tempo il mio lavoro mi portava in giro per il mondo, adesso faccio che sia il mondo a venire da me.

  • Anch’io non smetto di stupirmi, anzi mi sorprendo a scoprire ogni giorno cose nuove.
    Ho 64 anni e sto iniziando l’ultimo anno di lavoro come insegnante di inglese.
    Poi vorrei riprendere da dove ero rimasta prima di indossare “l’uniforme” del lavoro e del dovere.
    Vorrei tornare a fare lunghi viaggi lenti in posti lontani o vicini .
    L’importante è che mi facciano stare bene nel corpo e che mi nutrano la mente.
    Ah , dimenticavo! Questa volta avrò qualche soldo in più, non sarò costretta a dormire nel sacco a pelo sul treno o a casa di amici come facevo da ragazza!

Commenta