SLIDER-TECHNOLOGY-AND-AGEING
SLIDER-PANDEMIA-FUTURO-SENIOR
Senior Living
HEADER-GENERAZIONI-AZIENDA
2017-09-12-generazioni-a-confronto—banner-header_2
SLIDER-CAROUSEL-AGE-MANAGEMENT
Il punto

Silver Ecology: il dibattito

Sta suscitando interesse il dibattito pubblico sulla Silver Ecology proposto da Osservatorio Senior con l’editoriale dello scorso 16 novembre dal titolo “Silver Ecology – il contributo dei senior allo sviluppo sostenibile”.

Nell’articolo pubblicato il 17 novembre 2021 su Il Sole 24 ore, dal titolo “Un’alleanza generazionale per la transizione demografica e ambientale – Dalla Silver Economy alla Silver Ecology”, Alessandro Rosina scrive: “E’ arrivato il tempo di una “Silver Ecology”. Ovvero di riconoscere esplicitamente, misurare adeguatamente, per poi favorire efficacemente, il ruolo che possono avere i senior nei processi che alimentano lo sviluppo sostenibile”.

E Donato Speroni, in un intervento apparso in Futuranetwork il 29 novembre 2021, ha titolato “Osservatorio Senior ci chiama a riflettere sulla Silver Ecology”  accogliendo, come Futuranetwork con tutta l’ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile), l’invito a lavorare insieme.

La sfida che Osservatorio Senior ha proposto si può sintetizzare così: come coniugare lo sviluppo economico generato dalla Silver Economy (l’economia basata sui consumi e gli investimenti dei senior) con gli obiettivi previsti dall’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile (che comprende obiettivi sia economici, sia sociali, sia ambientali)?  E che valore dare alle attività di volontariato svolte dai senior e al loro impegno civico, sociale e intergenerazionale? Quale contributo offrono queste attività nel promuovere un futuro sostenibile?

La messa a fuoco di questa sfida sta ricevendo anche l’importante contributo di lettori ed amici di Osservatorio Senior, come è testimoniato dai numerosi e meditati commenti ricevuti all’articolo con cui si è avviato il dibattito e che si possono leggere qui.

Quale può essere l’apporto dei senior allo sviluppo sostenibile è variamente individuato in questi commenti: si va dall’adozione di uno stile di vita più frugale e sobrio, all’attenzione alle proprie scelte di consumo in campo alimentare ed energetico, fino alla consapevolezza delle conseguenze delle proprie azioni quando consumiamo o investiamo per la nostra abitazione o per muoverci, e persino nel consumo digitale.

Denominatore comune dei commenti ricevuti è, da una parte la consapevolezza di una responsabilità in capo ai senior rispetto al futuro sostenibile, attribuibile ai propri comportamenti quotidiani, dall’altra una forte sensibilità alle implicazioni delle proprie scelte sui rapporti con le generazioni più giovani.

Tutti i contributi ricevuti aiutano a mettere a fuoco e a delimitare il campo di ciò che abbiamo chiamato Silver Ecology. Rinnoviamo a tutti i nostri lettori l’invito ad aggiungere le loro osservazioni e i loro commenti.

La messa a fuoco di cosa è Silver Ecology e di come si rapporta alla Silver Economy e agli obiettivi e programmi di sostenibilità è per noi di Osservatorio Senior anche la premessa per un progetto di misurazione dei contributi dei senior allo sviluppo sostenibile.

foto Nastco su licenza iStock

Commenta