SLIDER-TECHNOLOGY-AND-AGEING
SLIDER-PANDEMIA-FUTURO-SENIOR
Senior Living
HEADER-GENERAZIONI-AZIENDA
2017-09-12-generazioni-a-confronto—banner-header_2
SLIDER-CAROUSEL-AGE-MANAGEMENT
Le Vostre Storie

Feste così

La storia di: Mariangela

Aspettavo le feste di Natale per riabbracciare i miei figli, uno lavora in Inghilterra, l’altra studia in Belgio.

Ma l’antivigilia di Natale mi chiama il maggiore e mi dice che ha fatto il tampone obbligatorio per poter rientrare in Italia e risulta positivo. Viaggio annullato e Natale di penitenza tutto solo. Per fortuna dice che lui non se ne era neanche accorto e che non ha sintomi. Perlomeno questa è una buona notizia, almeno non dobbiamo essere troppo preoccupati  per la sua salute, anche se ci potremo vedere solo tramite il maledetto / benedetto zoom.

Beh, ci consoleremo con Benedetta, nostra figlia, ci siamo detti io e mio marito.
Lei è arrivata come previsto, tampone negativo e il giorno di Natale siamo stati insieme, però due giorni dopo inizia ad avere febbre e un’amica che ha visto il giorno prima le dice che anche lei sta male e secondo il tampone veloce è positiva.

Panico! Si chiude immediatamente in camera sua per non incontrarci, riesce a fare un tampone e lì viene fuori che anche lei ha preso il covid. A quel punto decide di andare a casa dell’amica già malata, tutte e due contagiate insieme è meglio che stare in casa con noi. La tristezza e la preoccupazione sono grandi! Dicono che forse adesso il covid fa meno danni, ma è un forse e vince la paura che finisca in ospedale.

Rimaniamo io e mio marito, ce lo siamo presi anche noi? Non possiamo uscire di casa perché siamo stati a contatto stretto di nostra figlia e dovremmo fare anche noi il tampone, ma non si riesce a prenotare. Passiamo i giorni in casa e rinunciamo al tampone molecolare, per fortuna stiamo bene e solo dopo una settimana riusciamo a fare un tampone veloce che ci dichiara negativi.

Nel frattempo, arrivano notizie che la figlia sta meglio e anche il figlio l’ha superata senza danni.
Forse è finita, forse adesso possiamo tirare un sospiro di sollievo.
Ma feste di Natale così non le auguro a nessuno!

Foto JillWellington da Pixabay

Commenta