banner-header
Consumi e stili di vita

Nipoti e nonni. La nuova alleanza

Digitali si nasce, ma i Silver lo sono diventati, pur essendo nati e cresciuti nella cultura analogica.

I dati GfK mostrano un’accelerazione impressionante nel segmento over cinquantacinque: dal 2007 si registra una alfabetizzazione digitale nei senior che nonno-e-nipote-al-computersupera il 400%. Le pantere grigie corrono e il gap con i Millenials, cioè i nati tra gli anni ‘80 e gli anni ’90 del secolo scorso, sta per colmarsi.

Sempre più ultracinquantenni ritengono le nuove tecnologie accessibili e non difficili, indispensabili e nemmeno care.

Da qui l’apertura alla multimedialità. Sempre più mezzi e sempre più tempo a disposizione per il loro utilizzo social e informativo, spesso superando i giovani e la generazione centrale.

L’uso di più canali per comunicare sta diffondendosi tra i Silver ad una velocità al quadrato rispetto al resto della popolazione. Il social diventa un linguaggio crossgenerazionale.

Prima considerazione. Si attenua e quasi scompare il gap della età, quantomeno nella galassia del web.

Seconda considerazione. Per disponibilità di tempo e curiosità gli individui oltre i cinquantacinque manifestano orientamenti e desideri più simili a quelli dei Millenials.

I “nonni” sono più simili ai “nipoti”. Mentre i “padri “e le “madri” sentono pesare su di sé i doppi e tripli ruoli di genitori, figli di anziani nella quarta età da accudire e produttori di reddito sempre più precario.

Si profila una nuova alleanza e convergenza di valori che potrebbe tradursi, anche, in nuove forme di aiuto e complicità tra generazioni.

Commenta