aspettative-imprese—header
immagine-senior-header
silver-value
2017-09-12-generazioni-a-confronto—banner-header_2
Le Vostre Storie

Solitudini

Le testimonianze di: Adriana e Paola

Le tante solitudini.

dipinto di Edward Hopper

Scrive Adriana: “Buongiorno a tutti, ho quasi 52 anni e ho ben presente la solitudine, due matrimoni finiti, nessun figlio, nessuna amicizia in quanto già molto selettiva di mio, le poche amiche, con il superamento dei 50 anni, hanno preso strade da me non condivise. Faccio lunghe passeggiate con il cane o con la macchina fotografica (ho recentemente frequentato un corso di fotografia), sto imparando lentamente a sedermi in un bar/ristorante da sola senza avere l’impressione che tutti guardino me (sono sempre stata molto timida anche se con gli anni ho imparato a mascherare la timidezza con l’aggressività). Certo ci sono momenti in cui la solitudine è pesante, le feste, le vacanze (che mi obbligo a fare in solitaria, ma si sa che è un’altra cosa).
Forse fra 10 anni avrò trovato equilibrio, per ora vado avanti…”

E Paola: “62 anni, una vita di lavoro , casa, 3 figli, oggi 40, 39, e 32. Ho fatto tutto con amore, non mi sono mai lamentata, fino a qualche anno fa, quando per una malattia , quella che non lascia scampo, ho dovuto fermarmi ma non del tutto, perche per mia fortuna me la sono cavata , mi sento molto sola, in casa regna disagio, indifferenza e tensione , un marito che ha scoperto di essere giovane a quasi 70 anni, e io vado sempre più in basso, mi manca un abbraccio , sono sola.”

4 Commenti

  • Carissime Adriana e Paola, so cos’è questa solitudine, anche se si hanno persone attorno è come non averle. La mia famiglia è (anzi era) composta da 5 persone, noi genitori e 3 figli , 39, 33, 26. Ora in famiglia siamo in 3, gli altri 2 figli lavorano all’estero, praticamente dall’altra parte del mondo. Anche io ho lavorato 45 anni e portato avanti una famiglia, ho avuto 2 malattie molto importanti, ma sono andata avanti lo stesso. La mia delusione è stata avere i figli così lontano, sono molto arrabbiata per questo, ma a loro sorrido sempre, non voglio colpevolizzarli per le loro scelte, però avrei voluto meno egoismo, ora ho in casa la piccola (dico io) e me la coccolo in tutti i sensi purché non mi lasci . Ma ha la sua vita. Per fortuna ho un cane che adoro e ci facciamo compagnia, il marito c’ è non c’è, è lui così vive nel suo mondo !
    Mi sembra di avere fatto e dato tantissimo nella mia vita ……invece giro le mani e sono vuote, vorrei fossero piene di riconoscenza , e pensare alla vecchiaia da sola mi fa male! Sono io malata di egoismo ????
    Non riesco a darmi una risposta!
    Buon tutto comunque, Anna Maria

    • Anna Maria , Adriana , Paola . Mi dispiace e mi consolo ! Non sono “asociale” è questo ciò che penso di me e se prima mi vergognavo e mi davo la colpa , attribuendo al mio carattere schivo e diffidente la solitudine che vivo e mi porta , alcune volte a pensare “Non ha senso vivere così” Le esperienze negative mi hanno portato a chiudermi sempre di più . Ora ho 62 anni da 8 mi sono chiusa in questo cerchio da cui non riesco più a scavalcare . Vi abbraccio tutte vi auguro tanta salute e serenità.

  • buongiorno , è da un po’ che vi seguo e ho pensato che sarebbe bello poter mettersi in contatto con persone che vivono le nostre stesse solitudini .. Ecco , se potessi avrei già invitato Adriana , Paola , Anna Maria ad incontrarci .. Per stare insieme e raccontarci e confrontarci e magari ridere o sorridere delle nostre paure . Pensate sia possibile?

  • Buona Sera Cari Signore!!! Sono Vladimir_ Ho 62 anni….sette anni fa ho avuto tutto—famiglia-villetta in affitto-macchine ecc. Dopo di 3 giorni in coma….provo sopravvivere come un cane abbandonato: sempre con mia “amica” solitudine in un locale non e abitabile…quando arrivano le feste….grazie chi sono credente e non lo faccio ultimo passo….perché io scrivo —non lo so…forse Dio porta a me una persona—e noi possiamo dimenticare questi bruti tempi…non lo so…Cordiale Saluti!
    Vladimir

Commenta