SLIDER-TECHNOLOGY-AND-AGEING
SLIDER-PANDEMIA-FUTURO-SENIOR
Senior Living
HEADER-GENERAZIONI-AZIENDA
2017-09-12-generazioni-a-confronto—banner-header_2
SLIDER-CAROUSEL-AGE-MANAGEMENT
Le Vostre Storie

Cosa voglio?

Le storie di: Ornella e Paolo

Scrive Ornella:
Solitudine e paure.
Salve, ho 59 anni vedova da tre ed un figlio che risiede all’estero.
Un 4 zampe è tutto il mio mondo.
Tante persone e tante cose ho conosciuto e sperimentato in questi 3 anni ma niente e nessuno mi ha dato soddisfazione.
Forse il problema sono proprio io. Il non sapere esattamente cosa voglio mi affligge dal mattino alla sera.
Sogno una vita diversa, ma non so bene quale tipo di vita vorrei.

Scrive Paolo:
E adesso?
Ho 64 anni, appena pensionato, mai sposato, niente figli (purtroppo), una lunga relazione finita ormai cinque anni fa.
Sono l’oggetto d’invidia dei colleghi che non hanno ancora i requisiti per andare in pensione e che mi hanno salutato con il classico: “beato te! senza vincoli e impegni adesso puoi fare tutto quello che vuoi”.
Già, cosa voglio fare adesso? Per decenni orari, lavoro, rapporti in ufficio, hanno scandito e guidato la mia vita.
Adesso mi rendo conto che bisogna reinventarla e non so proprio da che parte cominciare.

Foto di yeon woo lee da Pixabay.

Se vuoi leggere tutte le storie inviate dai lettori di Osservatorio Senior clicca qui

2 Commenti

  • Perché non valutare il volontariato? Si incontrano persone in gamba e generose e si è utili al benessere della società

  • Il volontariato se esercitato in età ancora verde può essere una valida soluzione ma, le strutture selettive che incontrano esigenze particolari e/o condizioni individuali non idonee non devono ignorare ogni richiesta in tal senso. Come docente nella scuola dell’obbligo ho esibito domande in più di una scuola a me limitrofa ma, dovevo sottostare ai loro bisogni e non alle mie aspettative; sono abilitata all’insegnamento delle materie creative e non desidero cambiare genere d’occupazione in non più verde età! Bisogna quindi ampliare le possibilità di recupero in fasce pomeridiane e/o antimeridiane con prevalenza di attività correlate a quelle esercitate in servizio, per stimolare la domanda e l’offerta di ogni volontario disponibile .

Commenta