aspettative-imprese—header
immagine-senior-header
silver-value
2017-09-12-generazioni-a-confronto—banner-header_2
Lavoro

I Senior al lavoro in Sanofi

Intervista a Andreina Grisolia, HR Business Partner e Diversity & Inclusion Leader di Sanofi Italia.

Sanofi, multinazionale della farmaceutica presente in Italia con migliaia di dipendenti, da tempo dedica attenzione alle proprie risorse umane più mature ed è, in Italia, tra le aziende che hanno partecipato allo sviluppo del sistema Silver Value, sistema che consente di monitorare se un’organizzazione valorizza e gestisce virtuosamente i senior al lavoro.

In questa intervista Andreina Grisolia racconta di come sono gestiti i senior in Sanofi Italia.

Quanti sono i lavoratori over55 in Sanofi ? Attualmente sono presenti in azienda 703 dipendenti over 55, pari al 32% sul totale dipendenti.

E negli anni a venire la presenza di senior rimarrà analoga? Secondo una proiezione al 2022, il 38% della popolazione presente in azienda sarà appartenente al gruppo generazionale degli over 55.

Quale politica avete adottato per questa popolazione ? Abbiamo sviluppato un sistema di politiche di gestione che abbracciano l’intera popolazione aziendale e riguardano progetti di well-being, formazione, sviluppo e di diversity.

Avete molti casi di fuoriuscite dall’azienda di over55 prima di aver raggiunto i requisiti per la pensione? Per l’anno in corso non sono presenti molti casi di fuoriuscite dall’azienda da parte di over 55. In generale, in passato abbiamo attivato dei piani sociali per la gestione di posizioni dichiarate in esubero. In tal caso, le fuoriuscite di personale sono state gestite con l’applicazione dei criteri di pensionabilità o su base volontaria.

Ritenete che i senior al lavoro abbiano delle caratteristiche ed esigenze specifiche? Quali sono i principali problemi che incontrate nella gestione dei senior al lavoro? Si, inevitabilmente tutti i dipendenti al lavoro, quindi qualsiasi gruppo generazionale che entra all’interno del contesto aziendale possiede caratteristiche ed esigenze specifiche. Nella fattispecie, il principale tema riguarda l’abbattimento del gap generazionale tra i dipendenti con maggiore seniority e i dipendenti più junior. La risposta risiede nell’implementazione di strutture più adeguate e più prossime al dipendente, al fine di seguire i collaboratori durante tutto il loro ciclo in azienda.

Avete programmi ed iniziative dedicati ai senior? No, attualmente non prevediamo l’attivazione di programmi ed iniziative specificamente dedicate ai senior; piuttosto, sviluppiamo progetti che si rivolgono a tutta la popolazione, senza distinzioni di età o di longevità in ruolo o in azienda. 

Come favorite la valorizzazione dei senior al lavoro ? Abbiamo intrapreso percorsi di sviluppo, come ad esempio il Mentoring, per valorizzare l’esperienza lavorativa dei senior sul posto di lavoro.

E come stimolate la collaborazione e le sinergie tra generazioni? Tra senior e giovani? Sempre con il progetto di Mentoring, a partire dal 2017 utilizziamo la pratica del Reverse Mentoring proprio per permettere ai talenti (senior e junior) di incontrarsi, scambiare idee, condividere la cultura aziendale e provvedere al rafforzamento delle competenze.

Commenta